Fatti

Res Gestae di magriniana memoria

Ora che sono passati un po’ di anni si sta cercando di inquadrare meglio quello che è successo “a causa di Ludovico”. Con questa che un tempo si sarebbe chiamata “Operazione Magrini”, grazie a molti amici, abbiamo iniziato a volgere lo sguardo indietro insieme, per fare semplicemente un punto, per ricordare, ma soprattutto per dare un senso alla storia e al personaggio che ha lasciato un segno indelebile nella vita di tante persone.

Le testimonianze che stiamo raccogliendo nel sito sono sinceri e profondi ricordi personali di coloro che hanno avuto la fortuna di incontrare sulla loro strada Ludovico, senza dubbio uno di quegli uomini che non nascono più molto spesso in questo nostro paese, un paese al quale, come spesso succede, hanno dato molto e ricevuto poco.

In questo spazio, invece, vorremmo iniziare a raccogliere le Res Gestae, ciò che realmente è stato fatto sul campo e nella politica dei beni culturali italiani grazie a Ludovico Magrini attraverso il contributo delle tante persone che nei decenni hanno portato avanti le attività dei Gruppi Archeologici.

Qui si vorrebbe raccontare la storia di ciò che realmente è stato: progetti, editoria, mostre, campi di ricerca e didattici, scoperte, corsi, scavi, ricognizioni e tanto altro. Una raccolta che non vuole essere un semplice elenco di date e di nomi ma il racconto e quindi il punto di vista di coloro che le cose le hanno fatte e vissute in prima persona. Le innumerevoli grandi e piccole cose che oggi sono la storia di quello che è stato, e che per tanti di noi è ancora, uno straordinario impegno civile e culturale.

Flavio Enei


Così parlò Schopenhauer